Consolidamento e rinforzi edifici – Via Villini A. Negrone 18A

Descrizione

A seguito dei fenomeni alluvionali del 11-12 novembre 2014 e del provvedimento di sgombero emesso dall’Ufficio Pubblica Incolumità del Comune di Genova relativamente al crollo di un muro di contenimento e smottamento, avvenuto nel distacco di pertinenza dell’edificio residenziale di Via Villini Negrone civ. 18A a Genova Prà, lo Studio è intervenuto per progettare gli interventi finalizzati a rendere nuovamente agibile l’immobile in oggetto.

Dai primi accertamento era emerso:

  • una profonda lesione rilevata sul pilastro posto all’angolo nord est dell’edificio.
  • lo scivolamento a valle con conseguente crollo del muro di contenimento dei giardini pertinenziali degli appartamenti del condominio posti al piano terra.
  • la lesione del muro di intercapedine, estesa per quasi tutto il fronte di valle.
  • lo sprofondamento con traslazione verso l’esterno del muro di tamponamento dei box posti al piano primo interrato (parziale muro di contenimento del piano dei box).
  • lo sprofondamento, seppur avvenuto negli anni passati, del pavimento dei box posti a valle del condominio.

A seguito di indagini e sondaggi geognostici si era deciso di intervenire prima di tutto sul pilastro lesionato, mettendolo in sicurezza al fine di far rientrare il prima possibile le famiglie nelle proprie case e, successivamente, progettare l’intervento per la messa in sicurezza del fronte principale dell’edificio che nell’immediato non destava preoccupazioni nei riguardi della stabilità del condominio medesimo.

In ragione dei risultati delle indagini sismiche che idendificavano la presenza di un substrato roccioso ad un a profondità variabile tra i 10 e i 17m dal piano box si è deciso di progettare e realizzare la formazione di un nuovo plinto su pali, intorno al pilastro esistente lesionato, spinti sino ad una profondità di 15 m dal piano di realizzazione. Successivamente al nuovo plinto su pali è stata realizzata la cerchiatura del pilastro esistente sino al raggiungimento del 2° solaio dell’edificio. Tale intervento di cerchiatura, realizzato con leganti cementizi ad alta prestazioni e rapido indurimento, ha permesso di conferire nuovamente, al pilastro lesionato, la funzione portante menomata dalla profonda lesione.

Finalmente il 23 dicembre 2014 la Famiglie prima sfollate sono riuscite a rientrare nelle proprie abitazioni.

Successivamente si è studiato l’adeguato intervento (ad oggi in via di realizzione) per rendere agibili e utilizzabili i box, i giardini pertinenziali e i terreni sottostanti al fronte di frana.

 

Luogo

Genova via Ambrogio Villini Negrone 18A

Tipo di attività

Consolidamento e rinforzi edifici

Contesto

Edificio civile abitazione

Servizio
Direzione lavori e collaudi, Progettazione e calcolo strutturale, Sicurezza
Tags
cerchiatura, lesione, pali, pilastro, plinto